avatar
by Silvia Urso
Aggiornato: 3 settimane fa 93
Gaminginsider-News-Gioco legale tendenze legalizzazione

La legalizzazione del gioco d’azzardo è un tema scottante, che ultimamente sta trovando spazio in una realtà che prima la giudicava come inutile o svantaggiosa. Solo negli ultimi tempi si è giunti alla conclusione che legalizzare il gioco è utile sia per tutelare i consumatori, sia per combattere il comparto illegale.

Molti paesi, in Europa e nel mondo, hanno iniziato ad adattare la propria offerta a quella statale, adeguando le normative vigenti agli ultimi trend e puntando in special modo sul gioco online. Il poker, in questo senso, grazie alla sua popolarità, può rivelarsi un alleato vincente per creare una rete di gioco legale mediante il coinvolgimento dei giocatori. Proprio in ambito poker vi sono alcuni paesi e giurisdizioni che è bene osservare in quanto si stanno facendo strada nel mercato globale del gaming e potrebbero dare interessanti spunti su quella che sarà la realtà del mercato nel prossimo futuro. Stiamo parlando di Ontario, la Germania, i Paesi Bassi e l’Ucraina, recentemente studiati da Petr Stehlik, legale di Slotegrator, una compagnia specializzata nell’ideazione e produzione di applicativi destinati al mercato del gioco d’azzardo online.

Ontario, prima a consentire a privati il lancio del gioco d’azzardo online

L’Ontario è la provincia più grande del Canada e in passato era conosciuta nell’ambito gaming a causa del suo “mercato grigio”, che al momento è stato invece dirottato su piattaforme del monopolio provinciale: l'Ontario Lottery and Gaming Corporation. L’Ontario ha implementato la nuova legislazione sul gioco online a partire dallo scorso aprile, diventando la prima provincia del Canada a consentire a numerose aziende private di lanciare la loro attività di gioco d’azzardo online nel territorio. A partire da questo momento i giocatori potranno cimentarsi in casinò online e scommesse sportive su siti autorizzati.

Dopo queste nuove attuazioni, le aspettative sono molto alte e già si prevede una crescita potenziale delle entrate nei mercati emergenti. La Alcohol and Gaming Commission dell'Ontario specifica che la crescita sarà moderata in quanto non tutti i siti di iGaming verranno lanciati allo stesso tempo, seppur ad oggi risultano attivi 31 operatori registrati con iGaming Ontario.

Germania, nuove regole dal 1 luglio: anche limiti su deposito e giocata

La Germania a partire dal 1 luglio ha introdotto delle nuove regole inerenti i casinò online e le scommesse sportive dopo aver approvato all’unanimità il “Trattato statale sul gioco d’azzardo”, istituito con l’intento di regolamentare il gioco d’azzardo online. Molta importanza è stata data alla protezione degli utenti, un aspetto prioritario da sempre presente anche nei casinò online sicuri ADM e nei migliori siti di scommesse sportive in Italia. Ai giocatori viene richiesto di mantenere un account personale e sottoporsi alla verifica della propria identità, il tutto per prevenire le frodi e il gioco d’azzardo minorile. In alcuni stati le norme possono essere più severe che altrove e impongono un limite di deposito mensile di mille euro e un limite di puntata sulle slot di 1 euro.

Olanda, approvata legge dopo 12 anni: licenza di gioco per 10 operatori

L’Olanda ha approvato il Koa (Remote Gaming Act) il 1 aprile dello scorso anno, dopo anni ed anni di contrattazione per la revisione della legge, iniziati nel lontano 2012. La Ksa (Kansspelautoriteit o Netherlands Gambling Authority) ha avuto il compito di stabilirne i regolamenti e ha concesso una licenza di gioco a 10 operatori tra cui Bet365, Bingoal e NSUS Malta, permettendo così agli appassionati di giocare nei casinò online e scommettere in maniera del tutto legale.

Ucraina, disegno di legge nel 2020: l’illegale ostacolava crescita iGaming

Anche l’Ucraina si è impegnata per legalizzare il gioco d’azzardo. Già nel 2019 il presidente Zelensky aveva cercato di smuovere l’opinione pubblica mediante iniziative volte ad indirizzare il governo verso la legalizzazione. Il 14 luglio 2020 è stato introdotto un disegno di legge, divenuto poi effettivo l’11 agosto. Gli operatori locali attendevano questo provvedimento da oltre 10 anni in quanto lo sviluppo dell’industria iGaming, a detta dei funzionari governativi, veniva ostacolata proprio dalle realtà di gioco illegale.

Le speranze che questi paesi nutrono per il futuro sono infinite e ci si auspica anche che essi possano fungere da esempio per tante altre giurisdizioni, che sulla loro scia potrebbero decidersi a legalizzare il gioco d’azzardo. I benefici di tale iniziativa sono molteplici, prima di tutto il contrasto al gioco illegale, ma anche lo sviluppo di nuovi posti di lavoro e risorse utili all’industria. Infine, si spera che tutto ciò possa portare prima o poi all’istituzione di regole omogenee per facilitare lo sviluppo dell’intero settore, ma anche di realtà specifiche come quella del poker online.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *