avatar
by Silvia Urso
Aggiornato: 2 mesi fa 252
Gaminginsider-News-Giancarlo Giorgetti MEF

Secondo le previsioni del MEF, riportate nel disegno di legge “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2023 e bilancio pluriennale per il triennio 2023-2025”, presentato alla Camera dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti, le entrate dei giochi dovrebbero attestarsi intorno ai 14 miliardi di euro.

Secondo i dati riportati nel documento, Giochi, Lotto, Scommesse e Bingo, rimpingueranno le entrate erariali per oltre 6,9 mld in conto competenza e milioni 6.955 di cassa nell’arco dei 12 mesi del nuovo anno.

Nello specifico si prevedono 337 milioni dalle attività di gioco sia in conto competenza che di cassa; 433 milioni in conto competenza e 438 milioni di cassa dalla quota dell’imposta unica per i giochi di abilità e concorsi a pronostici; 5.763 milioni in conto competenza e 5.767 milioni di cassa dal prelievo erariale sugli apparecchi da gioco; 105 milioni dalla delega in materia di gioco sia in conto competenza che di cassa; ed infine 308 milioni da altre attività di gioco sia in conto competenza che di cassa.

Inoltre le entrate da Tasse e imposte per i giochi aumenteranno nel 2023 di 128 milioni di competenza e 130 milioni di cassa rispetto al 2022, derivante principalmente dall'incremento delle entrate relative ai proventi delle attività di gioco (+58 milioni) e delle entrate relative alla quota di imposta unica sui giochi di abilità e concorsi a pronostici (+34 milioni di competenza, +36 milioni di cassa).

Consulta anche l’ultimo report trimestrale pubblicato sul nostro sito

PROROGA DELLA CONCESSIONE PER IL GIOCO ONLINE

Nel testo della legge di Bilancio 2023, non mancano gli interventi riferiti al settore e uno dei più importanti riguarda i casinò online e i siti di scommesse sportive.

Segnaliamo in particolare l’articolo 30 della Manovra che proroga, a titolo oneroso, fino al 31 dicembre 2023, alcune concessioni per la raccolta online dei giochi pubblici, in scadenza al 31 dicembre 2022. L'articolo dispone anche una maggiorazione del 15 percento del corrispettivo una tantum versato dai concessionari interessati, calcolata in proporzione alla durata della proroga. Tale somma è versata in due rate di pari importo con scadenza, rispettivamente, al 15 gennaio 2023 e al 1° giugno 2023.

Negli Obiettivi e indirizzi generali di interesse dell’amministrazione, contenuti nell'allegato del disegno di legge dedicato al settore del gioco, viene esplicato il compito della Guardia di Finanza. Al fine di tutelare gli attori della filiera regolare dalla concorrenza sleale di operatori abusivi e i giocatori da proposte di gioco illegali, la GDF si occuperà di vigilare sul corretto adempimento degli obblighi imposti dalla normativa fiscale e antiriciclaggio, contrastando le infiltrazioni della criminalità economica, anche di tipo organizzato.

Al fine di assicurare le attività per creare un ambiente di gioco responsabile e rispettoso della legalità, l’amministrazione si propone inoltre di contribuire al presidio delle entrate derivanti dai giochi pubblici esercitato da ADM, mediante il pagamento delle relative vincite, la liquidazione delle spese di contenzioso e restituzione cauzioni, nonché la compensazione attraverso gli aggi dei concessionari e il trasferimento dei fondi all'ADM.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *