avatar
by Silvia Urso
Aggiornato: 3 settimane fa 78
Gaminginsider-News-Ice London 2022

Il lungo periodo di crisi sanitaria è finalmente alle spalle, ciò consentirà a tutti i settori di tornare alla normalità entro poco tempo. Almeno questa è la speranza in vista di una ripresa a livello economico. Anche il comparto del gioco d'azzardo guarda con interesse alla condizione finanziaria mondiale, visto il conflitto internazionale che si sta consumando in Ucraina e che ovviamente è fonte di preoccupazione.

Come detto, però, il mondo va avanti e guarda con ottimismo al futuro. Questa è la sensazione che è emersa dall'ICE London 2022, la fiera mondiale del gambling che si è svolta dal 12 al 14 aprile nella capitale inglese e organizzata da Clarion Gaming. L'evento era stato rimandato negli ultimi due anni a causa delle restrizioni sanitarie, ma la volontà di tornare ad un percorso di vita normale, unito al fatto che in Inghilterra già da tempo sia terminato lo stato di emergenza, ha fatto propendere per lo svolgimento della fiera che ha anche riscontrato un discreto successo.

ICE London, la fiera del gambling come simbolo di ripartenza

Non sono mancate difficoltà. La guerra in Ucraina, così come i residui delle paure legate alla Pandemia, hanno fatto propendere tanti operatori al non partecipare alla fiera di Londra. A causa delle difficoltà nell'organizzare la trasferta in Inghilterra, vari padiglioni sono rimasti vuoti. Altre aziende, tra cui alcuni tra i casinò online sicuri AAMS, hanno preferito non esporre i propri prodotti ma limitarsi ad incontri privati organizzati all'intero della stessa manifestazione.

Nonostante tutto, alla fiera ICE si è respirata aria di ottimismo. Una ricerca condotta da Clarion Gaming, attraverso un gruppo di esperti riunito nel programma Ampersand, ha rivelato come gli operatori del gioco siano convinti che ben presto i numeri del comparto torneranno a quelli registrati nel 2019, ovvero prima dell'avvento della Pandemia da Covid-19. Secondo i dati diffusi da Clarion, il 72% dei partecipanti si è detto “ottimista” riguardo alle prospettive della propria azienda nei prossimi dodici mesi. Una crescita significativa che ha riportato il trend a un livello simile al 2019 (quando la fiducia era del 71% dei votanti).

Il futuro del gaming: quali sono i mercati in espansione e dove investire

Le analisi condotte da Clarion durante la manifestazione hanno evidenziato come le maggiori opportunità che le aziende di gambling intravedono sul mercato sono rappresentate da: gaming online, mobile gaming, omnichannel, esports e dal mercato degli Stati Uniti (appena aperto), o più in generale da nuovi mercati (con uno sguardo particolare al Sud America).

Nello specifico possiamo notare come sia stata evidente la crescita del mercato esports negli ultimi due anni (leggi anche il nostro report). A livello globale, infatti, i ricavi sono stati di 947,1 milioni di euro nel 2020 e di 1,08 milioni di euro nel 2021. Anche in Italia il settore è in forte espansione, con circa 475mila utenti giornalieri che seguono gli eventi sportivi digitali.

Il gaming online e il mobile gaming sono gli elementi più in evidenza dell'intero comparto dei giochi d'azzardo. Basti pensare che il valore delle puntate nel 2020 fosse di circa 550 miliardi di dollari, aumentati a 950 miliardi di dollari nel 2021. Una crescita dovuta, ovviamente, alle restrizioni Covid che hanno avvicinato i players ai giochi online.


I mercati di America Latina e Stati Uniti sono ritenuti i più “entusiasmanti” per il loro potenziale come nuovo target di espansione (America Larina 22%, Usa 18% con l'aggiunta di un ulteriore 4% se si conta anche il Canada e il 13% dall'Africa).

L'industria del gioco – emerge dai dati Clarion - ha comunque un focus acceso sugli argomenti di maggiore interesse per il comparto: al primo posto continua ad esserci l'Intelligenza artificiale che è considerata la più popolare tecnologia su cui investire oggi. Seguita da altri temi come blockchain e crypto, automazione di processi e sistemi di gioco online.

Appuntato all'ICE London 2023: già fissate le date

Questa edizione della fiera ICE ha dunque rispettato le previsioni di partecipazione, in linea con le aspettative per il post Pandemia. Per il prossimo anno si era vociferato di spostare l'evento in un'altra capitale europea: si è parlato di Amsterdam (idea caldeggiata dalle aziende del comparto dei casinò), di Madrid, di Francoforte e perfino di Milano. Alla fine, però, non accadrà niente di tutto questo. Il considerevole afflusso dei visitatori, benché decisamente ridotto rispetto agli anni precedenti, è stato infatti da molti interpretato come il segnale di una riconfermata fiducia nella riuscita della manifestazione. Ecco perché la prossima edizione si terrà ancora una volta a Londra dal 7 al 9 febbraio 2023.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *