avatar
by Silvia Urso
Aggiornato: 10 mesi fa 885
Gaminginsider-News-Espogame Rimini

La due giorni di Rimini ha confermato un futuro sempre più ambizioso per il gaming, gli eSports e il web3 sbarcando live per la prima volta anche sul metaverso

Grande successo a Rimini per EspoGame, evento di riferimento per il gaming e gli eSports, questi ultimi considerati come le novità che possono guidare il settore verso una vera e propria innovazione.

L’evento ha al contempo aperto i battenti anche alla magia del metaverso e al mondo di blockchain e criptovalute. L’osservato speciale è il gaming con tutte le novità del settore e le voci dei brand più noti in Italia e nel mondo, come LG Electronics Italia con Raffaele Cinquegrana, Barilla Italia con Matteo Dolcini e Maria Vittoria Busani, Red Bull con Andrea Contino, e D&G con Davide Sgherri. Non solo un punto sui dati raccolti nei primi mesi del 2023, ma anche un occhio al futuro con novità, prospettive e ambizioni per capire cosa riserverà il settore per questo 2023. Tra le più attese, la sinergia tra eSports e il mondo del calcio con i rappresentanti dell’Inter, del Monza e della Lega Nazionale Dilettanti.

Ancora, spazio alla sostenibilità e all’innovazione con la Gen Z, fascia sempre più protagonista del mercato del gaming a livello globale che ha da poco esordito anche nel panorama del gambling, facendo accrescere il numero degli utenti che scelgono i casinò online disponibili in Italia per le puntate a distanza.

Importante la testimonianza di Fortuna Imperatore, game designer e producer che ha vinto il Red Bull Indie Forge 2020 con Freud’s Bones, il primo videogame dedicato al mondo della psicanalisi, dalle grandi prospettive narrative.

Numeri da capogiro all’inaugurazione, con 20 aziende, 50 tra società, istituzioni e federazioni, 38 speaker, 600 minuti di contenuti, 4 guest star, una land nel metaverso e una mostra fotografica che ha appassionato gamers e semplici curiosi. Anche in questo caso, è stato raggiunto un altro record: EspoGame, infatti, è stato il primo evento presente nel metaverso, grazie alla sinergia con l’azienda leader italiana The Nemesis. Questa realtà virtuale si sta concretamente proponendo come il vero futuro del gaming e del gambling.

Come ha dichiarato Luigi Caputo, founder dell’Osservatorio Italiano Esports e organizzatore di EspoGame, l’edizione ha segnato un punto di svolta nell’evoluzione del gaming in Italia, contaminandolo con il web3 e aprendosi a incredibili opportunità. Grandi brand e operatori del settore hanno potuto confrontarsi e stringere relazioni commerciali, incontrando un pubblico di alto profilo con aziende, manager e professionisti. La mission è la crescita dei mercati, includendo il metaverso e non ponendosi limiti.

L’effetto gamification

La gamification è uno degli strumenti più potenti attualmente in mano ai marketers, e in questo sito abbiamo già raccontato come sia il suo impiego sia diffuso nel gioco d’azzardo online e nel mondo del gaming in generale, dove gli utenti vengono raggiunti da messaggi commerciali come i video in-app, di gran lunga preferiti dai videogiocatori rispetto all’advertising tradizionale.

Anche nella due giorni di Rimini, è emerso come la gamification abbia invaso tutti gli ambiti, per passato, presente e futuro che si mescolano con grande ambizione. È il caso di LG, che ha puntato sul gaming per provare a risollevare le proprie sorti, nello specifico sugli eSports, riuscendo così ad affascinare una generazione Z che sembrava ormai un target quasi perso.

Ancor più decisa la storica azienda italiana Barilla, che ha deciso di integrare la gamification nella propria strategia marketing, ridisegnando i biscotti Ringo, non più con le incisioni della lettera di riferimento (R), ma con i simboli dei controller e dei tasti di gioco. Anche il packaging è ispirato alla forma della PlayStation, proprio per rendere riconoscibile lo storico biscotto.

Barilla ha infatti avviato una sinergia ufficiale con Sony per raggiungere un target di consumatori molto giovane e competente, per esperienze immersive in più ambiti sensoriali.

Anche le squadre di calcio credono negli eSports e tra queste il Monza Calcio, che si gode la serie A ma anche gli incontri virtuali, raggiungendo un vastissimo pubblico di tifosi/utenti di tutto il mondo grazie ai risultati internazionali e-sportivi conseguiti.

Ultima non per importanza anche la Lega Nazionale Dilettanti entrata in Oies sposando le competizioni digitali come nuova strategia di marketing.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *