avatar
by Massimiliano Riverso
Aggiornato: 1 mese fa 125
Gaminginsider-News-Guglielmo Angelozzi Lottomatica

Il settore del gioco è tra quelli che più ha sofferto la crisi economica determinata dall’emergenza sanitaria. Dopo un anno di restrizioni le prime sale giochi, sale scommesse e sale bingo hanno riaperto nelle "zone bianche". Un periodo molto lungo che ha offerto il fianco al gioco illegale. La chiusura del gioco terrestre, infatti, ha favorito la crescita del settore inerente ai casinò online sicuri AAMS/ADM , che però ha anche alimentato i suoi lati oscuri, primo tra tutti l’illegalità.

Operatori e aziende ne hanno risentito fortemente, ma lo spiraglio di luce generato dalle prime riaperture sta alimentando la speranza che finalmente si possa tornare alla normalità. Guglielmo Angelozzi, amministratore delegato di Lottomatica, sottolinea il famoso boom del gioco online, con una crescita del 124% rispetto all’anno scorso e come, una volta finita l’emergenza sanitaria, i giocatori torneranno a scommettere. Si mostra inoltre fiducioso nel supporto delle istituzioni al settore, non tanto per il gettito fiscale che genera, ma, soprattutto, perché il comparto argina la criminalità e la spinta all’illegale (stando ai dati, infatti, 4 milioni di italiani hanno scommesso illegalmente).

L’amministratore parla poi dell’acquisizione della “nuova” Lottomatica, il primo operatore italiano del settore del gioco legale e uno dei maggiori player a livello europeo. Puntando sull’online e sull’esportazione del modello all’estero, il nuovo progetto è in grado di offrire esperienze di gioco coinvolgenti e sostenibili attraverso tutti i canali di vendita, grazie ad una base clienti online di circa 800.000 giocatori, ad una rete in franchising di 3.000 punti scommesse, 1.400 sale giochi, 13.600 tabaccherie / bar, una rete di punti di proprietà di circa 120 sale da gioco. Angelozzi ha inoltre specificato come il nome di Lottomatica resti tale, in quanto un marchio storico sinonimo di sicurezza.

Ora che il DL Riaperture ha previsto che casinò, sale giochi, bingo e scommesse possano riaprire in zona gialla dal primo luglio, ci si aspetta una maggiore attenzione e tutela da parte del Governo, nei confronti di un settore che ha già sofferto troppo e aspetta l’occasione per poter rinascere.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *