Recovery Fund, anche il gioco pubblico spera

avatar
by Lamberto Rinaldi
7 days ago 0 20
Gaminginsider-News-Giuseppe Conte

La vittoria di Conte in sede europea lascia ben sperare anche per il gambling italiano.

La notizia delle ultime settimane, per quanto riguarda la politica e l’economia, è la vittoria di Giuseppe Conte in sede europea. Una pioggia di soldi per l’Italia, una grande possibilità di manovra per far ripartire il nostro paese, fiaccato dall’emergenza economica e sanitaria legata al Covid 19.

Adesso, dopo aver celebrato il successo, si deve passare alla parte operativa, con il premier che è pronto a creare una nuova task force per gestire le risorse finanziarie previste dal Recovery Fund. Ma è subito polemica: le opposizioni, soprattutto Forza Italia, chiede al Presidente del Consiglio di non scavalcare il ruolo del parlamento e dello stesso parere sono gli alleati, soprattutto i renziani di Italia Viva ma anche alcune frange del Movimento 5 Stelle.

Nella mente di Conte il modello e la struttura che andrà a studiare e programmare la gestione del Recovery Fund dovrebbe essere simile a "Strategia Italia", ovvero un ruolo centrale affidato a ministri rappresentativi della maggioranza, al cui timone resta ovviamente Giuseppe Conte, deciso ad andare avanti per la sua strada nonostante le polemiche. Il progetto prenderà sostanza nei prossimi giorni ma stando alle prime indiscrezioni non dovrebbe essere simile a quello delle varie task force del periodo dell’emergenza Coronavirus. La cabina di regia politica comprenderà i ministeri dell’Economia, delle Infrastrutture, dello Sviluppo economico e forse anche i rappresentanti di Regioni e Comuni. Il compito principale sarà quello di scegliere le priorità di spesa, di come investire i 209 miliardi che arrivano dall’Europa. La redazione dei progetti spetterà invece a un organismo di tipo tecnico e amministrativo, composto da esperti dei vari settori e quindi esterni alla politica ma anche burocrati e funzionari di stato. E sarà guidato da una personalità scelta in comune accordo con il parlamento.

La pioggia di soldi che arriva dall’Europa andrà ad investire ogni settore del nostro paese. Anche quello del gioco pubblico che alla luce del cambiamento di scenario, rappresentato dall'assegnazione della delega ai giochi, aspetta adesso una decisa riforma del settore. Gli esperti sperano un’inversione di tendenza, visto che tutte le task force dell’emergenza hanno lasciate inascoltate le grida d’allarme che provenivano dal gambling. La speranza è che al vertice della nuova organizzazione ci sia un profilo tecnico, operativo, conoscitore della burocrazia ma anche delle materie economiche e amministrative. E quindi anche delle dinamiche relative al gioco pubblico. Che è una risorsa della nostra economia. E per questo va tutelato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *