avatar
by Massimiliano Riverso
Aggiornato: 1 mese fa 116
Gaminginsider-News-Studio Entain Scommesse Sportive Utenti Inghilterra

Entain ha pubblicato i risultati di una ricerca nazionale che rivela la crescente richiesta di libertà nelle proprie scelte personali dei giocatori come conseguenza diretta delle misure restrittive messe in atto per frenare la diffusione della pandemia COVID-19.

Da questo studio è emerso che nove adulti britannici su dieci (più o meno il 94%), che giocano d'azzardo almeno una volta al mese, credono che dovrebbero avere la libertà di decidere da soli come spendere il loro tempo libero e il loro denaro, una percentuale in crescita di 15 punti percentuali rispetto all’ultima rivelazione del dicembre 2020.

Entain, che opera nel territorio italiano tramite Eurobet e Bwin, due dei migliori siti di scommesse sportive online in Italia, spiega che i risultati del sondaggio realizzato su un campione di 2000 utenti inglesi indica che il gioco d'azzardo è un'attività sociale che la stragrande maggioranza delle persone pratica in modo sicuro e responsabile.

Altri risultati chiave dello studio condotto da Entain sono:

  • Più della metà degli intervistati (55%) considera le scommesse sportive e il gioco d'azzardo come attività sociali, e il 25% sostiene di aver ampliato la propria cerchia di amici tramite il gambling.
  • Il 78% degli intervistati realizza una scommessa almeno una volta alla settimana e mediamente investe circa la metà di quello che potrebbe spendere ogni settimana in bar, pub e ristoranti.
  • Più del 90% degli intervistati si considera appassionato di sport e l'83% scommette generalmente sul risultato esatto di uno specifico evento sportivo.
  • Circa la metà degli scommettitori sono favorevoli al fatto che l'industria del gioco legale sostenga i club di base e dei campionati minori.
  • Quasi due terzi (58%) del campione si considerano dei risparmiatori e l'84% possiede un conto di risparmio. Solo quattro su dieci (38%) affermano che amano spendere il proprio denaro.
  • In tutti gli aspetti della vita e del tempo libero, gli intervistati riportano un aumento dell'attività online durante la pandemia, guidata dallo streaming e dall’e-commerce. Nonostante gli utenti sostengano che la loro attività online potrebbe diminuire con l'allentamento delle restrizioni, la maggior parte afferma che continuerà a giocare online, a fare acquisti e guardare serie tv in streaming online anche dopo la fine della pandemia.
  • La maggioranza degli intervistati ha un lavoro, il 40% ha un'istruzione universitaria, una minoranza significativa (28%) è over 55 , e solo il 9% rientra nella fascia di età più giovane, ovvero quella compresa tra 18-24 anni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *